TOYO / MON / AMOUR / ENCORE

Erica Abelardo:
“...Successe proprio che la città riversò una massiccia dose di vivace superstizione sull’opera, ciò ne influenzò la sua salute. In particolare fù la collettività, una maggioranza di cittadini schieratasi contro il calice a metterlo al rogo fomentando opinioni libere... fatte perlopiù di critiche negative , sentimenti di disprezzo, accanita repellenza e malelingue... fu così che questi forti influssi, emanati da più individui, generarono un’invisibile e potente energia... che finì per metterere “in ginocchio“ l’opera di Toyo Ito che non ebbe nemmeno il tempo di conoscere tutte le stagioni ...”
INBILICO, 45X45x45cm -

Ettore Altieri:
“La scultura non deve tendere alla perfezione può restare ambigua, irrisolta, perfino rinunciare alla bellezza ma deve assolutamente esprimere l’energia vitale, la forza di creatività, la grandiosità dei profili naturali, lo sforzo dell’immaginazione per modellare la materia grezza e realizzare l’opera.”
COPPA, 20x20x35cm -

Nicola Antonelli:
KOI A GRADO 0, 70x30x30 cm -

Marco Appicciafuoco:
“Non riesco davvero a trovare qualcosa che vada oltre - “Tears in Square” lacrime in piazza, tema glocale da assegnare alle tante realtà o Piazze al Mondo, che attraversano un epoca non serena.”
TEARS IN SQUARE, 24x12x30cm -

Arkilabo:
“Tranci di un design che emerge dai tagli perché, alle volte, il dolore interiore deve venire in superficie e quando si vedono le prove di quel dolore si ha la consapevolezza di essere finalmente vivi; poi, veder guarire le ferite è sempre consolante!”
GLASSCLINIK™, 40X15X25 cm -

Marco Cardone:
“Da rinviare al mittente.”
FRAGILE, 40x40x60cm. -

Pedro H. Cavuti:
CALICE AFFRANTO , 17x17x23cm. -

Colozzo & Carozza:
Perfomance.

Colleen Corradi Brannigan:
“Un bicchiere come metafora dell’esplosione della polemica dei soliti sprechi del denaro pubblico”
ESPLOSIONE, 22x30cm -

deZignStudio:
“Il significato è quello di una critica all’arte contemporanea ermetica e autoreferenziale, scollegata da qualsiasi ambito o contesto culturale, tanto da essere senza senso ed inutile, appunto. Il tutto reinterpretando in maniera poetica le imbracature del calice di ito.”
USEFUL AS A BROKEN GLASS IN A CAGE, 20x20x36cm -

Davide Di Ilio:
ANTIGRAVITY WINE - 20X20X25cm. -

Vittoria D’Incecco:
“...E quando la forza della natura sfida le regole dell’uomo e le vince...quando distrugge ciò che l’uomo ha creato senza rispettarla...allora..la vita è oltre!!!”
LA VITA OLTRE, 16x16x26 cm. -

Alessandra Galloppa Design:
(12) “PROTESTSHIRT ha due punti di partenza: il primo coincide con l’idea del Toyo mon amour e cioè quella di creare un dibattito sull’arte nella città aperto a tutti. Ho scelto quindi di tradurre il calice rotto in un concetto, un simbolo grafico, uno slogan veicolandolo materialmente su una t-shirt intesa come mezzo popolare di comunicazione, protesta e provocazione. Di fatto la ProtesTshirt è stata creata da Katerine Hamnett, stilista inglese, famosa negli anni ‘80, che nel 1983 ottenne successo con gli slogan nero su bianco delle sue magliette, la prima delle quali fu “Choose life” e che divenne a tutti gli effetti il motto del movimento antiabortista. L’altra idea , meglio dire riflessione che ha mosso il mio progetto è sulla relazione diretta tra artista e opera d’arte. Una relazione che arriva alla materia attraverso le mani di chi ha pensato, da qui la scelta di portare in scena la serigrafia come oprazione artigianale, momento di passaggio dal concetto all’oggetto concreto, dove la presenza e la consapevolezza di chi opera il gesto creatvio è fondamentale.”
PROTESTSHIRT

Claudio Gaspari:
TROPPO PIENO, TROPPO VUOTO, 10x10x20cm. -

Jörg Christoph Grünert:
“The essence of believe is the establishment of a habit” Charles S. Peirce
-
zwischen ...
wenn ...
dem ...
wo ...
wann ... heute, gestern, morgen
... zwischen
-
A: Il mondo è tutto ciò che accade.
B: Brutta notizia.
A: Non è una notizia.
B: Hai detto tu: La verità come tante verità si fonda su false premesse spesso. Non c’è menzogna troppo grossolana a cui la gente crede se essa viene incontro al suo segreto desiderio di crederci.
A: Infatti, il mondo è la totalità dei fatti, non delle cose.
- “
The meaning is the use.” Ludwig Wittgenstein
“L’ORIZZONTE FINISCE LÌ DOVE COMINCIA L’ARROGANZA DELL’ HOMO FABER”, J.C. Grünert, 2011, pietra, legno, vetro, 20x20x165 cm

Ray K:
“Il contenuto del calice rotto fuoriesce invadendo le coscienze della piazza. Dopo la rottura siamo tutti più consapevoli dei nostri limiti.”
TRANSFLUENCE, 27x27x35cm. -

Eva Laudace:
“nulla è infrangibile. c’è un’imperfezione, un’incrinatura, nella natura intima di ogni cosa, di ogni individuo. e quando inizia a cedere la sovrastruttura dell’essere, persino nella verità c’è una crepa. è quel mentire innocente, quel dire per non dire, quell’opportuna bugia bianca.”
WHITE LIES. HANDLE WITH CARE, tecnica mista su metacrilato, 20x20x50h cm -

Danilo Maccarone (artemad):
“C’è oppure c’era? Forse c’è stato e magari non c’è più. Ma soprattutto: dove sarà?”
C’ERA, 20x40x30cm -

Michele Montanaro:
“Un evento, a volte, si rivela paradigmatico di una situazione più generale, una frattura imprevista diviene rivelazione dello stato di salute delle cose.”
FLEBO-ITO, tecnica mista su vetro e plastica - 20x20x40cm. -

Adele Pratt:
La società odierna è come non mai assediata dai media, dalla tecnologia, dalla comunicazione. L’arte, a dispetto e di contestazione...aggressiva, evocativa, simbolica.
L’ARTE NON PERDERÀ MAI IL SUO SPIRITO., 24X24X24cm -

Pamela Testa:
“Che cos’è l’arte? È questa la domanda formulata dagli ideogrammi che compongono il titolo dell’opera. Talento, abilità tecnica legati all’arte è la traduzione degli stessi, presi singolarmente. Nel corso della storia, il significato della parola arte ha subìto numerose evoluzioni ma ha sempre avuto un unico comune denominatore, il sublime. Essa, dunque, è qualcosa che eleva lo spirito e che conduce in un mondo altro. Quando l’arte però viene a contatto con la speculazione, perde, a mio avviso, il suo carattere “divino”. L’episodio accaduto allo Huge Wine Glass di Toyo Ito può essere considerato come l’emblema di questa “rottura”. L’opera qui presente incarna il paradigma di tale gioco di forze.”
GEIJUTSUTOWANANDESUKA, Composizione: vetro e pietra - 15x15x20cm. -

Serena Vizioli:
LA DIFFICOLTÀ NEL RICONOSCERE LA DIVERSITÀ DELL’ALTRO, 20x7x1cm -

Zo_Loft feat Gum Design:
“I bicchieri alcolici piangono per aver perso le nostre verità e temono che il rapporto bicchiereuomo possa rovinarsi” Leonardo Omezzolli
TO BE TOYO, 45x30x30cm. -