ConFusioni 2015

OPEN CALL - (CON)FUSIONI / SEZIONE FOTOGRAFIA

SCARICA IL BANDO [SEZIONE FOTOGRAFIA]

(Con)Fusioni è la mostra inusuale delle opere incompiute.
Incompiutezza dell’opera, opera Non Finita, Non Conclusa e quindi Indefinita, queste le parole chiave della mostra. Bloccata nella fase che precede la conclusione, ferma nella sua gestazione, la fotografia Con-fusa sarà percepita come Caotica, legata ad altro, ad altre sensazioni e concetti mischiati insieme, impossibili da discernere.
Con questa open call, la sezione fotografia di (Con)Fusioni, si rivolge a fotografi dilettanti e professionisti, invitandoli ad utilizzare le potenzialità del mezzo fotografico per rappresentare queste idee ambientate nella realtà. Servendosi della poliedricità e dell’immediatezza del mezzo fotografico, gli interessati dovranno materializzare e fermare, attraverso lo scatto, la loro interpretazione di Incompiuto ed Indefinito.
Nata come mostra fotografica del “mosso”, anche in questa settima edizione, si manterrà questo “Mood” che rappresenterà il filo conduttore di tutti i lavori. Pertanto i partecipanti potranno presentare fotografie con mosso, sfocato, con ombre o riflessi allo specchio.
Saranno selezionate le rappresentazioni più originali di questi concetti o “stati (con)fusionali”.
I lavori selezionati, infine, andranno esposti negli ambienti del Diocleziano di Lanciano (Ch). La fotografia, con le sue innumerevoli potenzialità d’espressione e insieme al suo vasto campo d’azione, si sta imponendo come uno dei più potenti mezzi espressivi, in grado di coinvolgere un pubblico sempre più ampio. Ci si accosta alla fotografia, per sviluppare una propria strategia dello sguardo, per un bisogno di esprimere un pensiero su ciò che ci circonda e per stabilire un rapporto diretto con il mondo.
A riguardo, Mario Giacomelli, in una bellissima intervista del 1987, mettendosi a nudo, sottolineerà l’essenza di questo strumento espressivo, lasciandoci una della più belle lezioni di fotografia. “La fotografia ti permette di testimoniare il passaggio tuo su questa terra come in un blocco di appunti.
Ho scoperto che questo mezzo meccanico, freddo, come dicono, permette di rendere delle verità che nessuna altra tecnica può rendere....quando tu fotografi, hai un’immagine di fronte che attraverso un forellino entra nella macchina e tu puoi averne una copia, un estratto”.

I.

Potranno partecipare fotografi dilettanti e professionisti, italiani e stranieri che abbiamo raggiunto la maggiore età. Saranno selezionati in metiro ai criteri di: originalità, qualità del lavoro presentato, sensibilità, tecnica e aderenza al tema sopra descritto. L’opera che presenteranno dovrà essere inedita. Il formato sarà libero, con o senza cornice.

II.

Per partecipare è necessario inviare entro il 15 marzo all’indirizzo: mic.piccoli@gmail.com, il seguente materiale : - nome e cognome del partecipante - curriculum vitae (formato pdf) - Fotografia che si intende presentare (in formato jpg, 300 dpi) - breve testo con descrizione, titolo e caratteristiche (formato pdf)

III.

Gli unici obblighi dei partecipanti selezionati saranno: stampa, trasporto, allestimento ed una piccola quota (5 euro) per la presentazione della propria opera sul catalogo di (Con)Fusioni.

Michela Piccoli

SCARICA IL BANDO [SEZIONE FOTOGRAFIA]